CONFIDENZA

Un film di Daniele Luchetti, con Elio Germano.

Pietro, il professore di scuola che tutti vorrebbero. “Eravamo bravi perché ci voleva bene”, gli dicono gli allievi. E lui si presenta così, limpido, lineare, coerente con il suo lavoro e con la sua “pedagogia dell’affetto”.

Teresa, sua allieva di quinta e poi ex allieva, orfana, affamata di amore, bella e strana, inquietante e affascinante, innamorata di lui.

Un classico, nasce l’amore, lui la sprona a studiare, lei si laurea. Ma a lei non basta. C’è quel lato di lui che sfugge, che non si lega come lei vorrebbe. Lei  vuole di più.. qualcosa che li leghi per sempre, solo loro, per sempre. Una confidenza, una di quelle che non hai il coraggio di dire a nessuno, che rivela un tuo lato oscuro, segreto, non integrato, che ti fa sentire a disagio, e che puoi far finta che non esiste finché nessuno lo conosce. Eccolo quel legame per sempre. Da quel momento, Pietro è per sempre e indissolubilmente legato a Teresa, negli anni, nella distanza, nell’amore e nella paura, è suo per sempre, più della moglie e della figlia che in seguito avrà. 

Il film si snoda così attraverso il tempo e le vite di Pietro e Teresa, le dinamiche relazionali tra loro e questo segreto. Ci chiediamo quale sia ma non riusciamo neanche a immaginarlo, come non sappiamo veramente perché si sono lasciati pur amandosi e perché non riescono a dimenticarsi. La complessità e sfuggevolezza dell’animo umano ci vengono mostrate senza parole, e, mentre l’irrequietezza di Teresa è evidente fin dall’inizio, il lato oscuro di Pietro si svela nel tempo. Il laro oscuro si contamina da persona a persona o siamo attratti da chi ci fa in qualche modo da specchio?

Paura e amore restano così associati durante tutto il film, da quella prima lezione condotta in classe da Pietro, e non sappiamo se i protagonisti sono legati dalla prima o dal secondo,  o dal loro connubio, o se è stata la paura a allontanare l’amore dandogli un altro vestito troppo stretto. Uniti per sempre, ma di un legame scomodo. Saremo uniti perché in ogni momento della mia vita saprò che tu potrai portarmi via tutto quello che ho costruito. Tu costudisci il mio segreto e quindi la mia vita, di cui tu ormai non fai parte, sarà in realtà nelle tue mani. E Teresa, come una padrona un po’ amorevole e un po’ tiranna, mantiene il segreto di Pietro, ma anche lo tiene in pugno, a fargli pagare la fine della loro storia e l’impossibilità di continuare ad amarsi, i suoi tradimenti e le sue titubanze.

I segreti trattengono energia e tensione, fino a esprimersi attraverso sintomi che nel lavoro terapeutico vengono finalmente letti e liberati, permettendo alla vita di ricominciare a fluire. Sono spesso i bambini a essere i più recettivi su quello che c’è ma non si dice, sui segreti familiari che creano “lealtà invisibili”, come le chiama Ivan Boszormenyi-Nagy, psichiatra e psicoterapeuta familiare. Lealtà che mantengono in vita il sistema familiare a prezzo delle singole individualità. 

E chissà come si sarebbe svolto il film se Pietro avesse avuto, in qualche momento della sua vita, il coraggio di svelare il suo segreto e liberarsi così da quel tipo di legame con Teresa?

dott. Flavia Donadoni, psicologa e psicoterapeuta

Altri Articoli Recenti

Entra a Far Parte della Nostra Community: Iscriviti a Psica Oggi!

Cari amici della crescita personale e del benessere psicologico,

Siete pronti a intraprendere un viaggio verso una maggiore consapevolezza e realizzazione personale? Psica è qui per accompagnarvi in questo meraviglioso percorso, offrendovi l’opportunità di diventare membri della nostra stimolante associazione.

Con il contributo associativo di soli 20 euro, avete il privilegio di accedere a un mondo di risorse e supporto. E non è tutto! Con l’iscrizione, potete usufruire di  due consulenze individuali gratuite online o in presenza.

Ma come fare? Basta compilare il nostro form di iscrizione, qui sotto. Una volta inviato il modulo, riceverete una mail personalizzata con tutte le istruzioni necessarie per completare l’iscrizione e effettuare il pagamento tramite bonifico bancario.

Unirsi a Psica significa non solo investire nel proprio benessere psicologico, ma anche diventare parte di una comunità accogliente e solidale aperta a condividere nuove ispirazioni.